Medicina estetica e trattamenti cutanei superficiali

Fillers: con la parola fillers si identificano prevalentemente farmaci a base di acido ialuronico. Sul mercato esistono diverse categorie di prodotti di diversa qualità. E importante che i farmaci abbiano il marchio CE e possibilmente anche l’approvazione dell’ FDA (food and drug administration). Presso il mio studio è possibile sottoporsi a trattamenti di riempimento di rughe superficiali e profonde del volto, procedure volumizzanti per labbra e zigomi, e correzione anche di introflessioni cicatriziali di carattere funzionale. I farmaci che utilizzo sono lo juvederm®, restylane®, radiesse®, stylage®, teosyal®.

Botox o botulino: le applicazioni del botox in medicina estetica derivano dal fatto che è un farmaco che agisce sulla muscolatura volontaria del volto restituendogli, in particolare al terzo superiore, un aspetto liscio, riposato alla base di un’espressione distesa.

Inoltre agisce anche sulle ghiandole sudoripare diffuse su mani e ascelle per trattare la tendenza all’ iperidrosi (sudorazione eccessiva) delle stesse.

Fili biostimolanti: FTC Lift (Fine Thread Contour o Soft Lifting Biostimolante) è un innovativo trattamento per viso e corpo che, attraverso l’inserimento di sottilissimi fili biostimolanti riassorbibili, in PDO (polidiossanone), consente una biostimolazione del tessuto e un effetto lifting, con un trattamento mininvasivo, con un aspetto assolutamente naturale, senza necessità di sala operatoria, ricovero o anestesia (al più una piccola anestesia topica), e che permette di riprendere immediatamente le normali attività quotidiane. Per questo motivo il trattamento è noto anche come “lifting non chirurgico”. Il Soft Lifting con Fili Biostimolanti è indicato per viso, collo, decolleté, ma anche per zone come braccia, addome, ginocchia, interno coscia, glutei, in quanto in grado di risollevare e riposizionare le zone cutanee che, per diversi motivi, hanno ceduto.

Si tratta di un trattamento ambulatoriale, privo di effetti secondari, ad eccezione della possibile comparsa di piccoli ematomi al momento dell’impianto (mai escludibili a priori con qualuque trattamento che comporti l’inserimento di un ago).

I fili sono inseriti con aghi sottilissimi: una volta posizionati, quando l’ago viene sfilato, il filo è depositato nel tessuto, dove andrà a stimolare la produzione di collagene, elastina, fattori di crescita, con miglioramento dell’elasticità e della tonicità, e un conseguente effetto lifting.

L’efficacia del trattamento è già ben visibile dopo 2-3 settimane, quando il tessuto comincia a produrre nuovo collagene e elastina, e andrà poi progressivamente aumentando, donando un risultato naturale, gradevole e progressivo. Dopo circa 6 mesi, i fili si riassorbono per idrolisi (niente impianti o corpi estranei permanenti, quindi), ma l’effetto lifting si protrae anche per 12 mesi, grazie appunto alla biostimolazione creata nel tessuto.

A distanza di 5-6 mesi dal primo impianto, è possibile inserire altri fili, con conseguente prolungamento dell’effetto sino a 24 mesi.

Fili di sospensione:

I fili di sospensione Silhouette Soft sono un’alternativa “mini invasiva” al lifting chirurgico. Si tratta di soft lifting fatto con speciali fili di sutura che vengono inseriti ambulatorialmente nel sottocute, dove si ancorano grazie agli appositi coni bidirezionali che si trovano su tutta la loro lunghezza, esercitando trazione e sostegno, con un immediato effetto lifting.

La loro composizione, acido polilattico (PLA) completamente biocompatibile e riassorbibile, espleta nelle settimane successive un’ eccellente azione di biostimolazione e ringiovanimento cutaneo.

Il trattamento Silhouette Soft si esegue in ambulatorio, richiede un’anestesia locale a base di lidocaina. Prima dell’inserimento dei fili sulla cute della zona da trattare viene applicato un disinfettante e si crea un campo sterile per l’intervento. Il chirurgo procede all’inserimento di un numero di fili variabile a seconda di quanto precedentemente stabilito col paziente, in funzione dell’entità della correzione da apportare (solitamente una o due coppie). Esistono schemi predeterminati di inserimento, che permettono di ottenere diversi effetti di trazione, sollevamento, ripristino di volumi e simmetria delle varie aree del viso. Il paziente non avverte alcun fastidio o dolore nei pochi minuti necessari all’inserimento ed al corretto posizionamento dei fili.

Al termine il chirurgo richiede al paziente di mettersi in posizione seduta per esaminare l’effetto ottenuto e eventualmente regolare la trazione dei fili prima di tagliarne la parte sporgente.